Il cambiamento climatico e gli incendi boschivi

Il cambiamento climatico e gli incendi boschivi

Per proteggere il nostro patrimonio forestale bisogna sempre partire da una prevenzione attiva ed una accurata gestione dello stesso.

Gli incendi ogni anno

Ogni anno con l’arrivo dei mesi più caldi si ripresenta puntuale la stagione degli incendi boschivi, che negli ultimi tre decenni, risulta aumentata in maniera esponenziale.

Si conferma quindi sempre più l’urgenza di mettere in atto azioni di prevenzione e di sensibilizzazione ad ampio raggio, quale principale strumento atto a cercare di contrastare gli incendi boschivi.

L’apporto del WWF

Secondo alcune stime realizzate dal WWF, nel 75% dei casi sono le azioni dell’uomo la causa principale del generarsi degli incendi, ma anche il cambiamento climatico e la mancata manutenzione attiva dei territori boschivi, stanno incrementando queste percentuali. La salvaguardia dei nostri boschi rimane un atto fondamentale per cercare di contrastare il cambiamento climatico in corso, ed è quindi necessario proteggere il nostro territorio da incendi e dal collegato rischio idrogeologico.

La gestione delle superfici boschive dovrebbe avvenire agendo sempre in maniera preventiva, rientrando nelle competenze in carico alle amministrazioni pubbliche e dei gestori privati, ma anche di chi questi territori li vive, in completa sinergia di azioni e cooperazione.

Tra le maggiori cause del degrado boschivo troviamo l’abbandono colturale, la mancata pulizia dei sottoboschi, oltre al mancato ricambio degli alberi, da effettuare tramite un taglio programmato, da eseguire in modo sostenibile e corretto, anche al fine di mantenere un equilibrio tra le varie componenti del bosco stesso, alimentando così la crescita di nuove piante a sostituzione di quelle più vetuste spesso oramai a fine vita.

Le misure preventive

Le misure preventive da mettere in atto possono essere di vario genere ed il PEFC Italia (ente certificatore a protezione delle foreste) ha stilato un vademecum, per ricordare a cittadini e turisti le norme da rispettare quando ci si trova nei boschi e nelle aree a rischio incendio. 

Vademecum facilmente consultabile sul sito di PEFC Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *